Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Contatti

Partito Democratico Moiano
Via A. Marchini, 24/26 - Moiano
06062 - Città della Pieve (Pg)
Tel./Fax +39 0578.294534
e-mail: web@pdmoiano.it

 

Scrivi al Circolo: info@pdmoiano.it oppure circolo@pdmoiano.it

Accesso alla webmail (solo per i titolari della casella di posta nome.cognome@pdmoiano.it)

 


Visualizzazione ingrandita della mappa 

Strumenti personali

Partito Democratico Moiano (Perugia)

Il portale del Partito Democratico di Moiano (Perugia). Se ti registri al sito potrai accedere a sezioni riservate, inserire commenti e proporre contenuti.

Venerdì 3 ottobre Guerini a Castiglione del Lago

Il vicesegretario nazionale del Partito Democratico Lorenzo Guerini sarà in Umbria, venerdì 3 ottobre alle ore 18,00, per raccontare “L’Italia che cambia”. Guerini sarà intervistato dal giornalista Pierpaolo Burattini, insieme al segretario regionale Giacomo Leonelli, al cinema teatro Caporali di Castiglione del Lago. Saranno presenti i rappresentanti politici e istituzionali del Pd del Trasimeno. Al termine dell’iniziativa è prevista una cena di autofinanziamento a buffet.

Guerini.jpg

Elezioni provinciali, presentata la lista "Provincia democratica riformista"

“Viviamo una crisi economica e sociale lunga e complicata, continua a crescere la sofferenza di cittadini e imprese, per questo la sfida che le nuove province si troveranno ad affrontare è una sfida difficile”. Così Nando Mismetti, sindaco di Foligno e candidato alla presidenza della Provincia di Perugia per la lista “Provincia democratica riformista”, alla conferenza stampa di presentazione dei candidati del centrosinistra. “Il lavoro – spiega Mismetti – sarà la stella polare degli impegni che porteremo avanti”. Con una convinzione: “Ci troviamo in una fase transitoria del percorso di trasformazione delle Province, che si concluderà con la riforma costituzionale. Le scelte di oggi non devono contraddire l’assetto istituzionale definitivo da qui a qualche anno”. Ecco, in particolare, perchè “le Province devono essere protagoniste di questo processo di riforma”, ma soprattutto “lavorare per supportare i comuni, relegati negli ultimi anni alla gestione dei servizi indispensabili, ma a cui va ridata la giusta centralità”.
“Abbiamo di fronte – sottolinea Mismetti – una sfida difficile, per affrontare la quale ci mettiamo un impegno gigantesco oltre che gratuito. Ma possiamo vincerla, dando risposte efficaci ai bisogni della comunità, solo se facciamo squadra, tra rappresentanti dell’istituzione, ma soprattutto nel rapporto coi comuni e coi cittadini”.
C’è, poi, il capitolo personale. “La Provincia – spiega Mismetti – dispone di risorse umane e professionali che rappresentano una ricchezza per i cittadini, un bagaglio da valorizzare e che deve rappresentare una grande opportunità per gli anni a venire. Al personale – allora – che vive momenti di disagio e di incertezza, lancio un appello: c’è un cambiamento che può rappresentare un’opportunità”.
Prenderà il via nelle prossime ore, una campagna elettorale inedita. “Incontreremo gli amministratori – annuncia Mismetti – ma ci apriremo ovviamente al confronto con la cittadinanza”, per proporre a ascoltare e raccogliere gli stimoli utili alla costruzione di un centrosinistra plurale e a un rapporto costruttivo tra i territori, tra le priorità che i candidati, in conferenza stampa, hanno voluto sottolineare.
I candidati della lista “Provincia riformista e democratica” sono: Alessandro Alunno, consigliere comunale di Città di Castello, Teodoro Armillei, consigliere provinciale uscente, Domenico Barone, consigliere comunale e capogruppo a Spello, Roberto Bertini, assessore provinciale uscente, Erika Borghesi, consigliere comunale a Perugia, Maria Pia Bruscolotti, sindaco di Massa Martana, Massimiliano Capitani, consigliere comunale a Spoleto, Gino Emili, sindaco di Cascia, Roberto Ferricelli, sindaco di Piegaro, Paolo Fratini, sindaco di San Giustino, Massimiliano Presciutti, sindaco di Gualdo Tadino, Filippo Stirati, sindaco di Gubbio.
Si vota domenica 12 ottobre, dalle 8.00 alle 20.00, presso il centro congressi Capitini. Hanno diritto di voto sindaci e consiglieri comunali, che possono esprimere una preferenza per la lista e una per il presidente. I voti saranno calcolati secondo il sistema ponderato. Il consiglio provinciale sarà composto di 12 membri, eletti sulla base di un sistema proporzionale puro, più il presidente.

 

Azioni sul documento